IL TERRITORIO DOCG
 

Paesaggi di vite



Curate come giardini, le terre di elezione del Valdobbiadene Docg si trovano tra il fiume Piave ed il torrente Soligo che per composizione fisico chimica sono tra le più adatte a trasmettere alle uve i profumi e i sapori tipici. Gli spumanti che se ne ottengono sono splendide espressioni elette di un vitigno al massimo delle sue qualità. Siamo a 50 km da Venezia, nella fascia collinare della provincia di Treviso, compresa tra le cittadine di Conegliano e Valdobbiadene, situata a uguale distanza dalle Dolomiti e dall’Adriatico, combinazione che influenza positivamente il clima. Il territorio è difficile da coltivare ma affascinante, grazie ai vigneti di alta collina dalle pendici ripide, dove è arduo persino rimanere in piedi senza cadere.
Qui i viticoltori hanno conquistato centimetro per centimetro la collina, creando un paesaggio unico, la cui bellezza è testimoniata dalla volontà di candidare l’area a Patrimonio dell’Umanità (Unesco), percorso iniziato da qualche anno. La zona di produzione è composta da circa 5.000 ettari coltivati a vigneto ed iscritti all'Albo e comprende quindici comuni estendendosi su un'area di circa 20.000 ettari. La vite è coltivata solo nella parte più soleggiata dei colli, ad un’altitudine compresa tra i 50 e i 500 metri sul livello del mare, mentre il versante nord è in gran parte ricoperto di boschi.


Luoghi d'interesse



Il territorio del Valdobbiadene Docg è ricco di fascino, di suggestioni ed attrattive storiche ed artistiche che si incastonano come pietre preziose nel ricamo mirabile delle viti di collina. Castelli antichi, ville aristocratiche, monumenti ed edifici sacri che stupiscono e rapiscono il viaggiatore. Conegliano, Vittorio Veneto, Valdobbiadene, Pieve di Soligo rappresentano infatti ciascuna un piccolo scrigno di tesori naturali, artistici e architettonici. IL suggerimento è andare alla scoperta di questo mondo straordinario patrimonio dell'Italia e del mondo.