VINO PASSITO
Il progetto ROYAM

Per il “Royam”, il passito glera (vitigno già conosciuto come Prosecco), vengono selezionati solo i grappoli migliori e più sani, vendemmiati a mano e poi stesi in ambiente ad umidità controllata. Qui ha inizio l’appassimento, raggiunta la maturazione perfetta i grappoli vengono pigiati e torchiati per ottenere l’incanto del passito, nettare d’oro. Il progetto Royam è il simbolo delle due grandi passioni di Graziano Merotto: la sua amata terra dai preziosi frutti, e la pittura. Nutrita è la sua collezione di quadri della quale è orgoglioso. Di qui l’idea di riportare sull’etichetta del passito ogni anno l’opera di un diverso autore unendo così il mondo dell’arte all’arte di creare un vino di qualità.
Ogni pittore creerà l’etichetta Royam dell’anno dando la propria interpretazione del paesaggio collinare di Valdobbiadene.
Il territorio sarà rappresentato all’interno come all’esterno della bottiglia. Uno scambio di sapore e bellezza, profumi e colori, sensazioni e percezioni, in cui tutti i sensi sono coinvolti ed appagati.
Un appuntamento con il piacere e l’armonia che ogni anno... dura un anno.
SCORRI I VINI

ROYAM 2011 - Vino Passito

Dipinto di Eligio Muner

Nato a Valdobbiadene nel 1968 Eligio Muner trae dalla sua terra quelle suggestioni che lo porteranno, in vent’anni di ricerca e sperimentazione...